finale_ambrosiano_2018 – India Golf Cup
  • +39 02 48701173
  • segreteria@indiagolfcup.com

2 ottobre 2018 – Finale India Golf Cup 2018 – Golf Club Ambrosiano

Una giornata fantastica

 

A conclusione del Circuito IGC 2018 è stata organizzata una giornata un po’ speciale con la disputa di due gare in contemporanea. La prima “Finale India Golf Cup 2018” riservata in esclusiva ai finalisti del Circuito 2018 (cioè a tutti i primi classificati delle tre categorie delle 17 gara disputate), la seconda “Official Team India Golf Cup” a invito per i più affezionati giocatore e amici del Circuito. Entrambe le gare hanno visto una nutrita e agguerrita partecipazione dove la competitività si è alternata al semplice piacere dello stare insieme.
Per la gara dei finalisti sono stati premiati i primi tre classificati delle 3 categorie più il lordo con delle targhe del design Angelo Piccioli, inoltre i primi di categoria hanno ricevuto un bellissimo orologio “Spillo” e un’eslusiva cravatta della collezione Quartieri.
Sempre della collezione Quartieri anche le cravatte assegnate ai primi classificati della gara “Official Team India Golf Cup”, inoltre numerosissimi i premi assegnati a estrazione tra cui: occhiali da sole e bracciali “Vandalo”, macchina del caffè “Lavazza”, confezioni del biscottificio “Orlando Grandona”, e vari gadget (felpe, ombrelli) offerti da “Spillo”.
La “cerimonia” delle premiazioni si è conclusa con la consegna dei due superpremi spettanti ai due giocatori che hanno partecipato al maggior numero di gare del Circuito IGC 2018. Con 17 e 16 partecipazioni su 17 gare i due “fortunati” potranno usufruire di due pacchetti Viaggio-Golf di 4 giorni in Spagna offerti da “I Viaggi di Seve”.
La giornata si è conclusa con un buffet e un arrivederci alla sedicesima edizione India Golf Cup 2019 già in fase di organizzazione.

 

CLASSIFICA “FINALE India Golf Cup 2018”

1a categoria

1° lordo – Marco Generali – 33
1° netto – Anastasia Maroni – 38
2° netto – Enrico Lazzarotto – 28
3° netto – Francesco Brollo – 35

2a categoria

1° netto – Gabriela Cotti Musio – 34
2° netto – Massimo De Luca – 33
3° netto – Raffaele Epis – 33

3a categoria

1° netto – Federico Gallotti – 36
2° netto – Herald Brinkmann – 31
3° netto – Nicholas Canuti – 30

 

CLASSIFICA “Official Team India Golf Cup”

1a categoria

1° lordo – Luca Nervetti – 35
1° netto – Gianmarco Giassi – 35
2° netto – Orlando Grondona – 32
3° netto – Domenico Testa – 31

2a categoria

1° netto – Roberto Lualdi – 34
2° netto – Giuseppe Scarrone – 32
3° netto – Mauro Norbiato Galante – 29

3a categoria

1° netto – Carola Cicogna – 33
2° netto – Gady Cannarozzo Mercuri – 32
3° netto – Patrizia Fariello – 29

 

Le fotografie della giornata sono visionabili nella Galleria

 

Un grazie di cuoredi Gianmario Sbranchella IGC

Si conclude con la Finale del 2 ottobre il Circuito IGC 2018 ed è tempo di tirare le somme. Per la verità è già da qualche gara che sto riflettendo su tutto quello che è stato fatto in questa edizione, sulle piccole ma numerose novità che io, e il mio Team, abbiamo voluto proporre quest’anno. La 15a edizione IGC è stata per me, scusate il personalismo, un successo oltre le aspettative, una gran gioia e una immensa soddisfazione. Chi mi conosce, sicuramente conosce anche la mia “smisurata” passione per il golf, motivo principale per cui quindici anni fa ho fatto “nascere” questo circuito, che ovviamente ho sempre considerato un po’ come un figlio.
I figli si curano, li si aiuta a crescere e li si protegge. A volte però standogli così vicino non ci si accorge che sono cresciuti, che sono diventati grandi e che non sono più dei bambini, e che dovremmo cambiare il modo di approcciarci con loro. Facile a dirsi vero?
Però è così, o almeno nel mio caso con IGC è stato così. Era già da un paio di edizioni, dato anche il numero rilevante di gare in programma, che l’impegno si è fatto sempre più “gravoso”, le aspettative sempre maggiori e la voglia di offrire sempre il meglio aumentava con il crescere dell’attenzione e della partecipazione di ospiti e giocatori dei club. È stato in quel momento che il mio rapporto con il “figlio” IGC è cambiato, senza mai venir meno l’affetto, anzi l’amore, si è fatto maturo. Come quando d’improvviso ci si trova a parlare con il proprio figlio non più da genitore ma da uomo a uomo. Esagero? Forse, ma la sensazione è stata più o meno quella e se pure un po’ traumatica si è trattato di una gran bella emozione: vedere il proprio figlio diventato uomo.
Seppur IGC è un Circuito amateur abbiamo dovuto strutturarci da “grandi” o quasi, il numero di gare è cresciuto divenendo più impegnativo da gestire e anche la responsabilità verso gli sponsor doveva avere il suo giusto e corretto approccio. Crediamo di esserci riusciti anche se sappiamo che c’è sempre da migliorare.
Quest’anno doveva essere l’esame di maturità. Ognuno è ovviamente libero di giudicarci e di darci il voto che più ritiene opportuno, ne avete tutto il diritto e la facoltà, ma una cosa è sicura, l’anno prossimo magari con un po’ di fortuna, andiamo all’Università.
Abbiamo raggiunto un bellissimo traguardo, dico abbiamo perché questo successo lo devo condividere con molte persone che hanno creduto in questo progetto, si sono impegnate, supportate a vicenda e stimolate a dare sempre il meglio che potevano; queste persone sono il Team IGC, Adriano, Valentina e Vanessa. Un altro ringraziamento particolare va agli sponsor che hanno creduto nella validità del progetto e nelle opportunità che ne potevano scaturire: Lavazza, grazie di essere sempre con noi; I Viaggi di Seve, miglior tour operator specializzato nel golf, è stato un onore potervi rappresentare in giro per l’Italia; Spillo, brand nascente nel settore orologeria, grazie di averci scelto come vostri ambasciatori nel golf; Vandalo, a cui auguriamo la nostra stessa fortuna per il suo prossimo business; Tiaolegna, nella persona di Angelo che ringraziamo anche per la collaborazione e la creatività prestataci nella realizzazione di tutti i premi; JSH Hotels & Resorts, per l’opportunità offerta a tutti i nostri associati di accedere alle convenzioni nelle vostre bellissime strutture; e a tutti gli altri di cui comunque abbiamo apprezzato il sostegno. Le ultime righe le dedico a una mia soddisfazione personale, ma che è anche il fulcro centrale del progetto IGC, l’aver assistito all’aggregarsi di un gruppo di “fedelissimi” che appena è stato possibile ci ha seguito di gara in gara, formando una vera squadra di amici, competitivi al massimo sul green ma pronti allo “sfottò” amichevole e simpatico appena raggiunta la Club House. Ho visto nascere quest’anno alle giornate IGC amicizie sincere e spero con tutto il cuore che queste vi portino fortuna. Grazie a tutti voi: Sandra, Stefano, Alberto, Daniela, Vanny, Paola, Monica, Sabine, Ugo Mau, Marco, Giuseppe, Fabrizio, Rinaldo, Bruno, Enza, Sergio, Patrizia, Claudio e a tutti quelli che ho dimenticato di citare, vi aspetto tutti insieme all’India Golf Cup 2019.